Quanto è bello veder giungere chi porta buone notizie!
 
di GIOVANNA RUGGERI*
 
Ripartita l’attività annuale di AC, ecco che già volge alla fine il mese di ottobre, che richiama a ogni cristiano l’invito a fare proprio il mandato missionario di Gesù: “ Andate in tutto il mondo, predicate il Vangelo ad ogni creatura” . Egli ci chiede di diffondere una buona notizia, che può dar speranza a tutti in tutte le situazioni. Se ci guardiamo intorno, ci accorgiamo che molti sono i disperati, molti percorrono vie non buone, strade fatte di illusioni e di vuoto interiore non riempito dal materialismo. L’uomo d’oggi, oltre che al pane ed ad un tetto ha bisogno anche di fede, di conoscere e di credere in Gesù, per essere salvo. San Paolo, nella Lettera ai Romani (10,14), afferma: «Come potranno credere in Lui se non ne hanno sentito parlare? E come ne sentiranno parlare, se nessuno lo annuncia?». In questo ottobre missionario l’invito è quello di vederci missionari verso noi stessi e gli altri, vincendo pigrizia, paure e pregiudizi, riprendendo quel dialogo con il Signore che magari abbiamo per un po’ o per lungo tempo trascurato.
Ecco allora che l’Azione Cattolica vuole offrire a giovani e adulti questa nuova occasione di incontrare il Cristo, e lo fa attraverso una rosa di proposte, prima tra tutte la lectio divina del 31 ottobre prossimo in Cattedrale alle ore 21.00.
Per i più piccoli, invece, l’Acr propone, nell’anno della sequela, un’esperienza consapevole del discepolato come risposta alla chiamata alla vita di Dio e a maturare quegli atteggiamenti che conformano sempre più la loro vita a Cristo e al Vangelo.
Sia per i giovanissimi che per i giovani il centro del cammino annuale è la riflessione sull’incontro personale e vitale con il Cristo. I giovanissimi partiranno dalla necessaria dinamica della fiducia, i giovani invece dalla necessità di dirsi con chiarezza chi è Gesù, fuori dalle tante “idee” che circolano in giro sulla fede, sulla Chiesa, su Dio…
Agli adulti propone con metodo partecipativo la ricerca dinamica dell’identità di ciascuno nella progressiva scoperta di Cristo, il solo capace di svelare l’uomo all’uomo. Il percorso è scandito in cinque tappe con una struttura che prevede dalla vita alla Parola, dalla Parola alla vita Riflessi della cultura: proposte di approfondimento attraverso film, libri, musica, immagini e un percorso cristologico con le opere d’arte.
Infine per le coppie di sposi e chi è interessato ai temi della difesa della vita e della famiglia, l’appuntamento è per sabato 25 ottobre presso la parrocchia di Vazia alle ore 21.00 per il “progetto Nazaret”: incontri che l’AC ha pensato proprio per le famiglie.
Tutte le informazioni sul sito dell’associazione diocesana: www.azionecattolicarieti.it.
* responsabile diocesana ACR
 
 
La delegazione regionale in visita all’AC reatina
 
Lo scorso 13 ottobre il consiglio diocesano dell’AC di Rieti ha riservato una festosa accoglienza ai membri della delegazione regionale. A guidare i responsabili dell’AC del Lazio in visita alla diocesi, la delegata regionale Rita Visini e l’assistente unitario don Alfredo Micalusi. Conoscenza, amicizia e condivisione hanno caratterizzato l’incontro che ha segnato per i membri della delegazione l’inizio di un “tour” che li vedrà girare fra tutti i consigli delle AC diocesane della regione.